Blog Tour, Narrativa, Narrativa Italiana, Racconto, Review Party, Romanzo, Scrittori Emergenti, Seconda Guerra Mondiale, Segnalazioni, Storico, Thriller

Review Party – A dolor del vero di Ilaria Chinzari

Non mi sembra ancora vero di aver trovato un briciolo di tempo per potermi dedicare ad una nuova iniziativa promossa da BookRoad. Questa volta vi parlerò di un piccolo romanzo ambientato in due epoche diverse. Ringrazio come sempre la casa editrice per avermi coinvolto e avermi fatto conoscere una nuova autrice!

Trama

Chiara Morandi è una pittrice, ma soprattutto una mamma e una moglie, ora è alla ricerca di informazioni circa il passato della sua famiglia, che sembra presentare alcuni buchi neri che non riesce proprio a comprendere. C’entra qualcosa di scomodo da rivelare, come una collaborazione con il Vaticano per far uscire i criminali nazisti dall’Italia forse? Oppure qualcosa che è successo a Merano quando suo nonno lavorava per l’ambasciata navale Giapponese in Italia?

Impressioni di una Lettrice

Come ho accennato in premessa la vicenda narrata nel romanzo si svolge su due piani temporali diversi, il primo, quello con cui si apre la narrazione, è prima del Secondo Conflitto Mondiale e i protagonisti sono una giovane ragazza, Anita, e il suo innamorato, Il Brugi. Non sono affatto autorizzati a vedersi e quindi devono farlo di nascosto mentre il padre di lei crede che sia al fiume a lavare i panni con la sua amica Franca che nel frattempo le sta tenendo il gioco. Ma qualcosa tra Anita e Il Brugi non va come dovrebbe e da quel giorno inevitabilmente la vita della giovane e della sua famiglia sarà completamente stravolta.

Al giorno d’oggi invece c’è Chiara Morandi, una pittrice quotata, moglie dell’ambasciatore russo a Roma, Anatoliy. Una famiglia felice dal punto di vista di Chiara, con una adorabile figlia, Elena, che stravede per il padre. Ma Chiara e Anatoliy, insieme, hanno deciso di ricostruire le storie delle loro rispettive famiglie, e se quella di Anatoliy è complicata per un verso quella di Chiara lo è a causa di menzogne e parti mancanti sulle quali insieme, o separatamente, decidono di indagare.

Devo dire che è stato molto facile per me terminare questo romanzo, il tempo di lettura che gli ho dedicato è stato di 2 ore abbondanti, ma la sensazione che mi ha lasciato al termine è stata questa: uno spioncino dal quale curiosare nella vita dei protagonisti per il tempo necessario a leggere il libro. E così in silenzio come è arrivata Chiara, con la sua famiglia, se n’è andata. Mi immagino che nonostante la mia incursione nella loro vita privata in realtà stiano continuando a vivere, proprio come se esistessero davvero.

Scritto in maniera semplice e lineare, non si fatica a stare dietro al racconto, anzi sembra proprio che qualcuno ce lo stia raccontando, anche i dialoghi in dialetto sono molto facili da seguire (alle ultime pagine troverete comunque un piccolo glossario da consultare quando in dubbio).

Mi verrebbe voglia di parlarvene ancora ma finirei per svelarvi tutto e a questo punto vi perdereste qualche ora in compagnia di un buon libro da leggere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...