Thriller

Il libro dei Baltimore – Joël Dicker

Joël Dicker scrive così. In modo tale che quando inizi un suo romanzo i personaggi ti salutano, si presentano per nome, ti prendono per mano, ti abbracciano e ti portano con loro all’interno della storia. E vieni inghiottito.

51sB6lbPwIL

La Trama

Marcus Goldman, lo scrittore di G come Goldstein, che abbiamo conosciuto mentre scriveva la storia di Harry Quebert e Nola è tornato a parlarci di sé.

Nel libro dei Baltimore è alle prese con il ritorno del passato, a partire dalla splendida amicizia con il cugino di sangue Hillel e il cugino “acquisito” Woodrow, delle splendide vacanze negli Hamptons e dell’eterna competizione tra i Goldman di Montclaire (lui e la sua famiglia) e i Goldman di Baltimore (lo zio Saul, zia Anita e i cugini Hillel e Woody).

E poi c’è Alexandra, l’unico legame tra presente e passato.

Da bambini erano felici, erano La Gang dei Goldman, loro tre inizialmente e come membro aggiuntivo Scott e, poi, sua sorella Alexandra. Marcus (o Markie, o Markikette) non voleva essere un Montclaire, voleva essere un Baltimore. Vedeva lo zio Saul come un uomo invincibile, la zia Anita sempre bellissima e affettuosa, Hillel un ragazzo esile ma intelligentissimo in grado di sostenere conversazioni su qualsiasi argomento e Woody eccellente in tutti gli sport ma una promessa, un astro nascente del football. E la casa dei Baltimore, immensa, con stanze per tutti, in un quartiere residenziale dove la vigilanza gira sempre per le strade e ha un segnale segreto come saluto. Ma non tutto è come appare a volte, e qualcosa è destinato ad incrinarsi…

Impressioni di una Lettrice

Avrei detto che Il libro dei Baltimore è un libro ben riuscito, ma ho letto anche La verità sul caso di Harry Quebert e posso scommettere che non è una coincidenza che entrambi mi hanno letteralmente inglobato. Sono stata attirata, “costretta” dalla bravura dello scrittore a rimanere letteralmente incollata alle pagine fino alla conclusione della storia. E non è un caso se tutte le recensioni che ho letto dicono più o meno la stessa cosa. I thriller di Dicker sono fatti per essere divorati, sono psichedelici.

I personaggi, la storia, il modo di raccontare sono così coinvolgenti che non si può fare a meno di sentirsi parte del libro. E come succede, non troppo spesso, mi trovo dopo aver finito il libro a chiedermi cosa starà facendo uno dei personaggi o addirittura a sentirne la mancanza. Dopo aver finito un romanzo di Dicker è così che ci si sente…

Molti di noi cercano di dare un senso alla propria vita, ma la nostra vita ha un senso solo se siamo capaci di raggiungere questi tre traguardi: amare, essere amati e saper perdonare.

Autore: Joël Dicker
Pagine: 592
Consigliato per: amanti del thriller, adulti
Prezzo: 18,70€      E-book: 9,90€
Valutazione Personale: 5/5

1 pensiero su “Il libro dei Baltimore – Joël Dicker”

  1. Non avevo mai sentito definire un romanzo psichedelico, dunque si tratta di racconto che abbaglia con raggi di luce pungenti a cui segue quel senso di astinenza che l’autore lascia in noi ? Sembra proprio un bel romanzo, grazie !

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.