Casa Editrice, Collaborazioni, Narrativa, Narrativa Italiana, Romanzo, Scrittori Emergenti, Segnalazioni, Soprannaturale

Tutto il bene, tutto il male di Carola Carulli

Famiglia. Quanti sentimenti racchiude una semplice parola? Tanti, tutti. Lo sa bene Carola Carulli che infatti ci ha scritto su questo romanzo lacerante e avvolgente.

L’autrice

Carola Carulli. Giornalista, si occupa di cultura da molti anni. È conduttrice del Tg2, cura le rubriche Achab e Tg2 Weekend dedicate alla lettura. Segue come inviata i più grandi eventi musicali, letterari e cinematografici. È autrice di diversi documentari.

Trama

Le famiglie sono strane, non ce n’è mai una uguale all’altra. E quella di Sveva non fa eccezioni, figlia mancata di sua zia Alma, è in continua lotta con se stessa per accettare di essere capitata in quella casa con un padre sempre assente e una madre che non aveva alcuna voglia di diventare genitrice. Ma Sveva ha dalla sua Alma, donna straordinaria che porta il nome della nonna defunta, che pare fosse una sensitiva. Proprio quando Sveva sembra aver trovato un precario equilibrio una notizia bomba squarcia il suo cielo appena sereno: Zia Alma aspetta una bambina, una figlia tutta sua…

Opinioni di una Lettrice

Lo dico spesso di essere molto sensibile, e leggere questo libro è stato bello e ha fatto male allo stesso tempo. Ho pianto a momenti alterni, perché in questo libro c’è davvero tutto il bene e tutto il male: tutto il bene che una persona che ti ama può farti provare, ma anche le ferite che chi dovrebbe amarti può provocare.

Qui i protagonisti non sono perfetti, anzi, hanno parecchi difetti e con alcuni hanno persino imparato a convivere. Ogni personaggio ha un lato malinconico, triste, qualcosa che condivide con ciascuno di noi. La vita, qui, non è come quei romanzi dove una coppia si innamora e sono tutte rose e fiori. Qui le dinamiche famigliari sono reali, lo specchio di una fantomatica realtà.

La storia che andremo a leggere è ambientata a Roma ai giorni nostri, uno dei miei posti preferiti, e anche se rimane sullo sfondo si riesce ad intuire che alcune cose, in altri posti, magari sarebbero andate in modo diverso. Carola parla anche di Sabaudia, altro posto del cuore. Inutile dire che se non mi avesse già conquistato di suo, con questa ambientazione ha proprio vinto.

Il linguaggio è semplice, fruibile da tutti, un vero e proprio racconto di una ragazza ventenne che si trova a fare i conti non solo con la sua famiglia, ma con la famiglia di origine di sua madre (quella vera e quella acquisita), con il passato e tutte le persone che gli gravitano attorno. Che poi davvero si può definire famiglia solo quando le persone sono accomunate da un legame di sangue?

Io ho scoperto che la famiglia è anche altro, sono le persone che fanno i pezzi del tuo cuore. Il diritto di possedere un pezzo del cuore di qualcuno non può derivare solo da un legame di sangue, sono la prima infatti a credere che alcuni amici per me contano di più di altre persone che invece dovrei definire “famiglia”. Si capisce subito, da chi chiami quando hai bisogno di aiuto, chi è la tua famiglia.

All’interno del testo ho sottolineato di tutto, dalle frasi che mi hanno fatto piangere a quelle che ricordano il passato, altro personaggio della storia di Carola, al quale tutti i protagonisti sono profondamente legati.

Alcune donne hanno un potere incredibile: sanno di mistero e hanno sguardi altrove che ti portano dove vogliono. Muovono i capelli come toccassero un corpo nudo, tagliano l’aria con le mani allungate dalla pelle dorata

Concludo consigliando la lettura di questo libro a tutte le persone che vogliono entrare, anche solo per un po’, nella vita di Sveva e Alma, di sicuro ne uscirete cambiati, migliori, buoni.

Ringrazio Salani per avermi fornito una copia digitale del libro, Carola Carulli per aver risposto ai miei messaggi dove le ho dichiarato tutto il mio apprezzamento per il suo libro e tutti voi per aver letto questa review.

Alla prossima e daje, come sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.