Avventura, Distopico, Fumetti, Thriller

A Babbo morto di ZeroCalcare + Digressioni sul viaggio OnTheRoad in Alsazia

Si può iniziare l’anno nuovo con una recensione e mezza indietro? Se siete me, evidentemente sì! Che poi non sto itinerando per un cacchio da marzo. Precisamente un anno fa, invece, mi trovavo in Francia, a Strasburgo, dove il sabato e la domenica i negozi sono chiusi, TUTTI chiusi. In genere invece nei giorni normali chiudono alla stessa ora in cui a Roma si fa merenda (ora con il Covid-19 non so come siano messi ad orari) per andare tutti a cena nei minuscoli localini dove servono cipolle, panna acida, cipolle, speck o qualcosa di simile, würstel, panna acida e bretzel. Ah anche cipolle e panna acida. Io di tutte queste cose, tra cui panna acida e cipolle, non ho mangiato nulla (ad eccezione dei bretzel con cui ho fatto colazione, pranzo e cena tutti i giorni) perché colpita il primo dell’anno da un virus intestinale. Comunque è ancora vivido in me il ricordo dell’odore di questa leggerissima cucina per tutte le vie di ogni piccolo paesino da Colmar a Riquewihr. (Io non so se tornerò mai in Alsazia, comunque se voi doveste andarci e vi trovaste in difficoltà con la cucina dei ristoranti locali non vi consiglio neanche i supermercati dove vendono ravioli e cannelloni precotti nei barattoli di latta. Ho le prove fotografiche. Da cercare, ma ce le ho. Oh poi magari ci torno e ingrasso 5 chili perché mi piace tutto ma in condizioni simili ho avuto gli incubi per mesi dopo.)

Aldilà del mangiare comunque ho visto dei paesaggi incantevoli. Ho anche avuto l’occasione di vedere le cicogne! Vale la pena andarci almeno una volta nella vita, quando si potrà tornare a viaggiare in tutta tranquillità.

Comunque aldilà della mia nostalgia dei viaggi sempre più bruciante oggi voglio parlarvi della storia di Babbo Natale vista da ZeroCalcare e cioè “A Babbo Morto”.

Trama

Cosa c’è in realtà dietro al Babbo più amato da tutti? Quale segreto nasconde la sua fabbrica di giocattoli? Natale è la festa della pace e della gioia per eccellenza, ma tutto l’entourage che lavora per far sì che tutto avvenga non la pensa proprio allo stesso modo… Folletti sfruttati, befane-rider in sciopero, in poche parole tutti i retroscena del business del regalo natalizio spiegato con i disegni di ZeroCalcare a mo’ di cronaca con tanto di ipotetiche date, e arricchite da Fun Facts spiegati da Zero e camei di personaggi illustri (io sono morta a quello di Tinky Winky dei Teletubbies quasi quanto per quello dell’orso e Di Caprio su Scheletri).

Impressioni di una Lettrice

Che vi devo dire? Io ogni volta che prendo in mano un fumetto di ZeroCalcare mi diverto, imparo e mi ammazzo dalle risate. Cioè magari l’argomento è serio, di quelli che più seri non si può (ad esempio leggendo questa “novella di Natale” noterete molti riferimenti a fatti veramente accaduti che hanno fatto male e continuano a far male a noi e al nostro paese), però Michele ci butta dentro una minuscola dose di ironia giusta e rispettosa, che fa ridere e riflettere. In realtà è proprio questo che mi piace dei fumetti di ZeroCalcare: ti racconta i fatti facendoti ridere, ti insegna qualcosa sugli altri ma soprattutto su di te, è un grande.

I disegni sono sempre chiari e leggibilissimi e sono stati colorati da Alberto Madrigal, alternate dalle classiche vignette in bianco e nero per spiegare meglio gli eventi.

La storia che ZeroCalcare ha deciso di raccontare è una delle più brutali raccontate sul conto di Babbo Natale, però incredibilmente potrebbe pure essere vero… Il cinismo dilagante è quello che più amo di questo libro!

Non servo io a convincervi ad andare a prenderlo, comunque visto che ci sono i saldi io lo aggiungerei alla lista, anche se Natale è passato c’è ancora la Befana!

P.S. In realtà io sono una profana di fumetti, infatti questo è il terzo che leggo, e in realtà ho letto solo i suoi. Accetto consigli per nuovi autori da esplorare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.