Mistero, Narrativa, Narrativa Italiana, Noir, Promozione, Racconto, Romanzo, Scrittori Emergenti, Suspense, Thriller

La Testimonianza di Massimo Tirinelli

Uscito a gennaio 2020, questa è la mia recensione del libro thriller ambientato in uno dei quartieri più benestanti di Roma scritto da Massimo Tirinelli: La testimonianza.

Trama

Roma, estate 2017.
Renzo ha deciso che è arrivato il momento di ripercorrere la tragica esperienza vissuta nell’ estate del 1998. Si era appena trasferito a Roma con sua madre, dopo la morte del padre, e grazie a suo zio Armando avevano trovato casa in un lussuoso stabile di un ricco quartiere della Capitale, dove sua madre avrebbe lavorato come portinaia. Nel condominio tre appartamenti, uno per ogni piano, e in uno di questi abitava il giovane Sebastiano con la sua famiglia. Era un ragazzo solo, a vederlo si poteva percepire ma conoscendolo si capiva cristallinamente, un ragazzo introverso, appassionato di cinema, affetto dalla sindrome di Asperger. Ed è stato Proprio Sebastiano ad essere ucciso in modo brutale da un serial killer che balzerà agli onori della cronaca come il Licantropo, la bestia che colpiva gli adolescenti nelle notti di plenilunio. Ora sta tornando alla luce tutta quella vicenda che aveva tormentato Renzo e lo aveva portato a rischiare la vita e che, allo stesso tempo, gli ha permesso di conoscere il vero valore dell’amicizia, l’ineluttabilità della morte e l’impossibilità di sfuggire al proprio destino.

Impressioni di una Lettrice

Renzo si presenta all’inizio del libro, nella sua vita attuale, al suo fianco qualcuno che l’ama ma a cui non è mai riuscito a dire cosa accadde nell’estate del 1998, quella che definitivamente sconvolse la sua vita da adolescente. Renzo ha tenuto dentro tante cose, ma si scopre pronto a parlarne, e si apre e continua, come un fiume in piena.

Scritto sapientemente dalle mani di Massimo Tirinelli, che non a caso ha una laurea in lettere, questo thriller mi ha catturato da subito. La storia può sembrare simile a quella di altri libri gialli ma vi posso assicurare che tra le pagine c’è un colpo di scena che nessuno, neanche chi di thriller ne ha letti migliaia, poteva aspettarsi.

Tutti i personaggi sono delineati alla perfezione, sia sul piano fisico che caratteriale. La sofferenza del giovane Renzo è palpabile, in alcuni passaggi ho immaginato di avere davanti agli occhi quell’adolescente che ha dovuto vivere sulla propria pelle quei momenti, provando sincera empatia.

Il linguaggio è semplice e facilmente comprensibile, tutti possono leggere e fruire immediatamente delle pagine di questo libro. La storia è accattivante e le vicende sono coinvolgenti, non ci sono parti del libro morte o dove ci si annoia terribilmente. Insomma un libro da leggere!

Per me il punteggio che merita è di 4/5!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.