Blog Tour, Mistero, Narrativa, Narrativa Italiana, Noir, Racconto, Review Party, Romanzo, Scrittori Emergenti, Suspense

Andrea Conteddu – Il Nulla che per noi era tutto

Delle volte vengo colta da una strana smania: quella di finire un romanzo che in realtà vorrei durasse molto, ma molto più a lungo. Si da il caso che ultimamente succeda un po’ troppo spesso, l’ultima volta con questo romanzo di Andrea Conteddu di cui ho già fatto una segnalazione e di cui ho approfondito il tema della vendetta attraverso la tappa del blog tour.

Trama

Francesco, il protagonista, Matteo e Giulio sono tre inseparabili amici. Ad 11 anni, in piena estate, nella loro splendida e selvaggia terra, la Sardegna, il loro unico desiderio è quello di divertirsi: fumetti, bibite gassate, snack e… forse le prime fidanzatine.

In realtà il loro piccolo paesino non offre molte opportunità di svago a dei ragazzini quasi adolescenti come loro, e il loro rifugio è un pezzo di campagna brulla con una piccola fortezza di foglie impenetrabile dove loro possono vedere ma non possono essere visti. Il Nulla, che per loro era tutto. E un traliccio, luogo in cui si apre il romanzo, che Giulio dovrà scalare come penitenza per aver perso alla gara di biciclette.

Impressioni di una Lettrice

Francesco, Matteo e Giulio sono amici per la pelle ma le loro vite sono totalmente differenti: Giulio senza un padre che lo ha abbandonato da piccolo e eternamente bullizzato da tutti per essere in sovrappeso e , invidiato da Matteo che invece un papà ce l’ha ma è un ubriacone e non manca di riempirlo di botte. Francesco invece è un gran fifone, innamorato follemente ma incapace di dichiararsi per la sua timidezza estrema.

Questo romanzo di formazione appassiona proprio perché, seppur ambientato nel 1994, potrebbe facilmente adattarsi a qualsiasi bambino di oggi. Anche se i giochi sono cambiati, anche se non si esce più in bicicletta, anche se a 11 ormai si fanno “cose da grandi”. Le paure dei bambini sono le stesse, le emozioni sempre quelle. E non si può non avere paura di un uomo violento, non si può non lasciarsi suggestionare da un luogo dove un bambino di nome Antonio è morto tanti tanti anni prima… Non si può frenare l’imbarazzo di fronte alla cornetta del telefono quando dall’altra parte risponde la persona che con tutta probabilità verrà ricordata per tutta la vita come “il primo amore” e non si può fermare il cuore quando un amico ha bisogno di aiuto…

Questo romanzo mi è piaciuto particolarmente per la sua semplicità, il linguaggio scorrevole e immediato consente al lettore anche poco allenato un esercizio piacevole, che non annoia assolutamente. Andrea Conteddu ha scritto un libro adatto a tutti. E ho apprezzato in particolar modo la scelta di farci sapere cosa succede dopo la vicenda.

Se mi è piaciuto questo libro? La risposta è ovviamente sì e il punteggio che do è 4/5. Lo consiglio a tutti, soprattutto a chi è amante delle storie noir ma non vuole leggere libri troppo pesanti, ha la giusta dose di suspense e mistero che vi farà amare questo libro!

Un pensiero riguardo “Andrea Conteddu – Il Nulla che per noi era tutto”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...